LE AVVENTURE DI MAEVA: IL GIRO DEL MONDO IN BARCA A VELA
Claudio Regini, Ingegnere Libero Professionista
  • persone
 
leggi

LE AVVENTURE DI MAEVA: IL GIRO DEL MONDO IN BARCA A VELA

Claudio Regini, Ingegnere Libero Professionista

Il giro del mondo in barca a vela con la piccola Maeva, come nasce l’idea? Nasce piano piano, ormai dieci anni fa. Sin da piccolo ho navigato con i miei genitori, per poi diventare autonomo verso i vent'anni. Iniziai a leggere vari libri di avventurieri più o meno famosi che avevano girato gli oceani in lungo e largo, e da lì mi appassionai fino a credere che il progetto si sarebbe potuto realizzare.

Attraverso il blog “Le avventure di Maeva” avremo tutti la possibilità di vivere dall’esterno la vostra avventura attraverso gli occhi della vostra bambina di 2 anni. Come mai questa scelta? Credo che siano poche le bambine fortunate come Maeva, e l'idea di raccontare dal suo punto di vista ciò che vivrà è venuta praticamente da sola. Anche perché di libri sull'argomento ce ne sono a bizzeffe, ma tutti scritti da adulti; quindi la nostra idea è quella di illuminare questa avventura con un’ altra luce. Magari riusciremo a coinvolgere altri bambini in queste esperienze.

Cosa pensi che questa esperienza possa lasciare a chi vi segue? Sicuramente un po’ di invidia, ma quella buona. Speriamo di riuscire a invogliare anche altri a partire per vedere il mondo, con qualsiasi mezzo. Inoltre ci piacerebbe far passare l'idea che un figlio non è un peso, ma un'opportunità di aprire la nostra mente alla loro visione di ciò che li circonda, e più cose vivono più crescono loro e noi.

Quali sono stati i pensieri e le emozioni più forti al momento della partenza? Un po’ di ansia per le cose ancora da fare e che stiamo ultimando in viaggio. L'idea di lasciare i nostri amici e parenti per un paio d'anni sicuramente ci ha pesato, specialmente alle mie donne. Ma quello che vivremo non ha prezzo, e qualcosa bisognerà pur lasciare alle spalle per avere in ricompensa la nostra avventura. Inoltre in tanti ci verranno a trovare durante le varie tappe, facendo insieme a noi un pezzo di strada.

Come pensi sarà il ritorno da questo lungo viaggio? Traumatico! Torneranno tre persone totalmente differenti da quelle che sono partite, più ricche, più felici e con altri ritmi e necessità rispetto a quelli attuali. Magari si apriranno nuove opportunità di lavoro, anche all'estero. Sono curioso di saperlo anche io!

 
 
PER NAVIGARE IL SITO RUOTA IL TUO DEVICE