IL VALORE DEL KNOW HOW ITALIANO
Luca Mencarelli, owner PMS snc
  • persone
 
leggi

IL VALORE DEL KNOW HOW ITALIANO

Luca Mencarelli, owner PMS snc

Com’è la comunicazione nel settore degli stampi? Quali sono gli strumenti principalmente utilizzati e sui quali credi sia opportuno investire?Stiamo ormai superando la fase della semplice comunicazione via catalogo anche se rimane pur sempre il primo approccio ideale almeno nelle fiere dove spesso e volentieri la prima cosa che ci viene chiesta è: posso avere un vostro catalogo? Da qualche anno a questa parte, abbiamo puntato sulla presenza molto più “attiva” nel web anche se, forse, nel settore degli stampi non è un canale molto frequentato. In verità pochi sono i contatti che abbiamo ricevuto via sito istituzionale. Il cliente che cerca stampi, vuole sempre più vedere nella realtà, cosa siamo stati in grado di produrre fino ad oggi e sempre più utile diventa lo strumento del video. Sarebbe utile avere una App in cui inserire tutti i video in nostro possesso che mostrano degli stampi in produzione. Oggi stiamo utilizzando un canale YouTube che però dobbiamo approfondire. Altro canale che stiamo utilizzando sono le presentazioni in .ppt che mostriamo ai clienti in occasione della prima visita. Ho notato che una presentazione ben fatta, con le giuste immagini e la giusta comunicazione, ha effetti molto positivi da parte del cliente visitato.

Negli anni in cui tante aziende hanno portato la loro produzione all’estero, voi avete fatto una scelta controtendenza portando le produzioni estere in Italia. Puoi parlarcene?Abbiamo sempre creduto fortemente nella specializzazione delle ditte italiane costruttrici di stampi ad iniezione per le materie plastiche. Pochi paesi al mondo possono vantare così tanti stampisti come l’Italia e soprattutto con una così ampia gamma di specializzazioni. In Italia abbiamo stampisti a livello mondiale nel settore della farmaceutica, dell’automotive, dell’imballaggio di piccole medie e grandi dimensioni, dell’elettronica, dell’edilizia ecc. Certamente la Cina ci ha portato via una fetta di mercato non indifferente, ma nella ricerca dello stampo di qualità per l’articolo di grande produzioni, il cliente straniero è sempre alla ricerca del know how italiano. Noi non abbiamo fatto altro che mettere insieme alcune di queste realtà spingendo i clienti stranieri a conoscere sempre di più queste realtà. Ad oggi siamo arrivati ad esportare questi stampi in circa 40 paesi nel mondo. Ma non dobbiamo dimenticare una cosa. L’attuale situazione economica italiana, la forte tassazione che sta colpendo le aziende italiane, sta sempre più indebolendo queste aziende rendendole sempre meno competitive. Se i nostri politici non si mettono in testa che devono fare assolutamente qualcosa ed in fretta, non vedo un grande futuro. Un altro elemento da non sottovalutare è la scarsa preparazione che i giovani hanno nelle scuole tecniche per cui molte aziende che costruiscono stampi devono loro stesse formare dei giovani che dovrebbero uscire già formati dalle scuole.

Puoi spiegarci cosa significa oggi fare business per internazionalizzazione?Non possiamo più permetterci di guardare al mercato interno. Dobbiamo essere pronti a crearci il nostro mercato soprattutto all’estero. PMS ha deciso che affrontare nuovi ed importanti mercati significa essere presenti in quei mercati. Stiamo seriamente valutando di aprire delle sedi nei mercati dell’America Latina che stanno crescendo notevolmente in questi ultimi anni. Ciò significa essere presenti anche fisicamente con viaggi frequenti all’estero. è un’attività che altri popoli europei fanno ormai da molti anni e che per mentalità storica, l’italiano ha sempre fatto molta difficoltà a seguire.

 
 
PER NAVIGARE IL SITO RUOTA IL TUO DEVICE