L’INNOVAZIONE DI UN MATERIALE ANTICHISSIMO
Marco Castellani, owner Yalos srl
  • persone
 
leggi

L’INNOVAZIONE DI UN MATERIALE ANTICHISSIMO

Marco Castellani, owner Yalos srl

Yalos è un nome di origini greche, come mai questa scelta?Si Yalos significa vetro/pasta vitrea in antico greco. Questa scelta è dettata dal desiderio di esprimere una legame con l’antichità di questo materiale che accompagna l’uomo da più di 4000 anni. Nel tentativo di cogliere una visione d’insieme e testimoniare il fatto che come azienda e come famiglia (lavoriamo con il vetro dal 1945) stiamo solo scrivendo qualche paragrafo di una storia enorme, ma come diceva Tolkien ne “Il Signore degli Anelli” le Grandi Storie non finiscono mai e possiamo solo contribuire raccontando un frammento di esse sapendo quando ce ne saremo andati continueranno ad esistere.

Il vetro è un materiale antichissimo, in che modo diventa moderno e innovativo?Il vetro è si un materiale antichissimo ma possiede una flessibilità seconda solo ai materiali naturali come la pietra e il legno. L’innovazione sta nel continuo tentativo di pensare il vetro in applicazioni sempre diverse e naturalmente investendo dal punto di vista tecnico ed umano. Grande aiuto ci danno in questo i nostri clienti che con le loro richieste e domande ci aiutano a riflettere dandoci nuovi spunti e nuove idee per rendere i nostri prodotti il più funzionali possibile.

La vostra comunicazione ha degli interlocutori colti come Architetti e progettisti, con che strumenti riuscite ad entrare in dialogo con loro?Con professionisti ed architetti dialoghiamo prima di tutto con il nostro sito che riesce a metterci in contatto con loro in maniera efficace e poi con campagne commerciali dove andiamo a visitare i nostri potenziali clienti proponendo le nostre soluzioni ed i nostri prodotti.

 
 
PER NAVIGARE IL SITO RUOTA IL TUO DEVICE